Contributi: Fiere internazionali per le Marche

Contributi: Fiere internazionali per le Marche

Questo nuovo bando, promosso dalla Camera di commercio di Macerata con il co-finanziamento della Regione Marche, e destinato alle microimprese operanti nella regione Marche, si inserisce nel quadro delle agevolazioni che le Camere di commercio italiane, da diversi anni ormai, mettono a disposizione delle imprese per favorire il loro sviluppo verso l’estero, la promozione dei prodotti italiani e delle aziende che li producono sui mercati internazionali, al fine di favorire l’esportazione di prodotti italiani e in generale il Made in Italy.

 

Nello specifico questo bando, vuole aiutare lo sviluppo internazionale delle microimprese della regione Marche attraverso un sostegno finanziario, a fondo perduto e in regime de minimis, per la partecipazione delle imprese a Fiere internazionali e nazionali.

 

Il bando finanzia le fiere per tutto l’anno 2020, dividendo l’annualità in due linee di finanziamento (il primo ed il secondo semestre) indipendenti.

 

I soggetti beneficiari sono le MPMI con sede legale o operativa nel territorio della regione Marche, iscritte (e attive) nel Registro delle imprese, in regola con gli obblighi contributivi e con il pagamento del diritto camerale annuale. Sono esclusi i tour operator.

 

Sono ammesse a contributo le seguenti tipologie di manifestazioni:

- le Fiere internazionali all’estero;

- le Fiere internazionali in Italia;

- le Fiere italiane, svolte nel territorio della regione Marche, che promuovono le “eccellenze” dei prodotti marchigiani.

 

Le spese ammissibili a finanziamento sono molteplici e tutte legate all’esposizione in Fiera, a titolo d’esempio: noleggio degli spazi in fiera, noleggio degli allestimenti per lo stand, assicurazioni collegate, servizi di trasporto e logistica, attività di interpretariato, iniziative promozionali e di marketing, altro.

 

L’ammontare del contributo a fondo perduto previsto, a fondo perduto, cambia in base alla tipologia di manifestazione fieristica a cui l’impresa parteciperà:

- Fiere in Italia: il 50% dei costi sostenuti, fino ad un massimo di 2.000 euro.

- Fiere in Unione Europea: 50% dei costi sostenuti, fino ad un massimo di 2.500 euro.

- Fiere fuori dall’Unione Europea: 50% dei costi sostenuti, fino ad un massimo di 3.500 euro.

- Fiere nelle Marche: 50% dei costi sostenuti, fino ad un massimo di 400 euro.

I costi si intendono ammissibili, quietanzati e al netto dell’IVA.

 

L’accesso al contributo è piuttosto semplice, sarà sufficiente compilare la modulistica pubblicata (modulo di domanda e modulo de minimis) sul sito della Camera di commercio di Macerata, a cui si rinvia per approfondimenti e per la lettura dell’intero bando, ed inviarla tramite pec all’indirizzo indicato. Il contributo a fondo perduto è concesso secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande e fino a esaurimento fondi.

Entro 90 giorni dalla scadenza del termine ultimo di presentazione delle domande, verranno pubblicati gli elenchi delle imprese ammesse e di quelle non ammesse al contributo di sostegno alla promozione dell’export di prodotti marchigiani.

 

I termini di presentazione delle domande sono:

- per il primo semestre: da giorno 1 a giorno 31 luglio 2020;

- per il secondo semestre: da giorno 1 a giorno 31 gennaio 2021.